Disco Mythology

2020

make-up, performance, stop motion video

⇩ read in English ⇩

Cosa accadrebbe se Dafne e Narciso si incontrassero sulla pista da ballo di una discoteca anni ’80? Disco Mithology prova a immaginare la risposta. I due personaggi, presi in prestito dalle Metamorfosi di Ovidio, si fanno protagonisti di un grottesco rituale di corteggiamento. Narciso ricorda il suo incontro con Dafne: i colori vivaci, la musica dance e la tecnica dello stop motion restituiscono l’impressione di essere in un locale dove l’atmosfera è rarefatta ed i sensi confusi; i corpi si avvicinano, si toccano, si avvinghiano. 

 

L’esasperante tentativo di seduzione da parte di lui non trova in lei alcun segno di approvazione, al contrario: Dafne, pur di non cedere alle molestie, si sacrifica trasformandosi per sempre in albero. Il ricordo di quel breve incontro finisce e Narciso, rimasto solo a causa del suo comportamento, si rende conto di essere anch’egli vittima delle proprie azioni e si lascia andare al pianto. La musica in Disco Mithology è intervallata dal suono graffiato di un vinile, come se il disco fosse difettoso.

Disco Mythology è uno studio sull’incapacità di considerare gli altri al di fuori dei propri desideri, come oggetti da sottomettere e sui quali esercitare potere. Il narcisismo viene affrontato all’interno di un contesto sociale comune, dove passa inosservato e viene identificato come modello. Il narcisismo, come altre patologie, è stato raccontato dagli antichi poeti, che assolvevano anche il ruolo di psicologi della società. Il video cerca di fare lo stesso, mescolando i temi; è una tragedia e, come in ogni tragedia, alla fine nessuno trionfa. Dafne, stanca di fuggire, ricorre all’estremo sacrificio, ma le lacrime di Narciso non sono per lei.

Directed and interpreted by: Luka Bagnoli, Elisa La Boria

Video editing: Luka Bagnoli

Color grading: Elisa La Boria

Make-up artist: Giada Stocco

Music: Ma quale idea – Pino D’Angiò

⇧ leggi in italiano ⇧

What would happen if Daphne and Narcissus met each other on a disco dance floor in the ‘80es? Disco Mythology tries to picture the answer. The two characters, borrowed from the Metamorphosis of Ovidio, are engaged in a grotesque mating ritual. Narcissus remembers the encounter with Daphne: the vivid colours, the dance music and the stop motion technique make the setting appear like a club, where the air is rarefied and the senses are confused. The character’s bodies approach, touch and hold on one another.

Narcissus’ exasperating attempt of seduction does not gain any sign of approval from Daphne, but the opposite: in order to avoid and not give in to the harassments, she self-sacrifices, transfiguring herself in a tree for the rest of her life. The memory of that brief meeting ends and Narcissus, remained alone because of his behaviour, realizes to be the victim of his own actions as well, letting loose for crying. The music in Disco Mythology is fractioned by the scratched sound of a vinyl, just as if the record was broken.

Disco Mythology is a study about the inability of understanding others outside our own desires. Narcissism is addressed within a common social context, where it is hiding itself or it is identified as a role model. Narcissism, like other diseases, has been portrayed from ancient poets, who also had the role of psychologists of the society they lived in. The video tries to do exactly the same, mixing genres; it is a tragedy and, as in any tragedy, no one wins when it comes to the end. Daphne, tired of running away, recurs to the extreme sacrifice. Yet, Narcissus’s tears are not for her.